news

Nasce “Ricordo di San Luca”,
il nuovo Pignoletto Brut della Cantina Valsamoggia dedicato a Bologna

Un veste grafica innovativa, un vino elegante e di grande versatilità. Da ottobre in commercio le prime bottiglie del nuovo spumante della rinnovata cantina dei Colli Bolognesi

Un omaggio a un territorio da sempre intimamente legato ad un vitigno e ai suoi viticoltori, ma allo stesso tempo una dedica a Bologna attraverso uno dei suoi simboli più intimi e amati dai suoi cittadini. Si chiama “Ricordo di San Luca” il nuovo Pignoletto DOC Spumante Brut che la Cantina di Valsamoggia ha deciso di presentare ai tanti appassionati del vino simbolo dei Colli Bolognesi, in commercio a partire dai primi giorni di ottobre 2020.

“Siamo molto orgogliosi e anche emozionati, perché si tratta di un progetto nato circa sei anni fa, che si è lentamente sedimentato nei nostri pensieri e che abbiamo portato avanti con cura e dedizione, come meritano i vini che ambiscono a lasciare il segno a lungo” commenta Carlo Piccinini, vicepresidente della Cantina di Carpi e Sorbara, cooperativa che coinvolge 1200 soci viticoltori e che nel 2014 ha rilevato la Cantina di Valsamoggia, azienda situata nell’omonima località in provincia di Bologna e che aggrega il lavoro di un centinaio di viticoltori del territorio.

La scelta di dedicare questo spumante, prodotto in sole 10.000 bottiglie, ad un simbolo artistico, culturale e naturalmente religioso come il Santuario della Madonna di San Luca, nasce dalla volontà di voler omaggiare con un vino di grande qualità, ma al tempo stesso alla portata di tutti, la città di Bologna. “Volevamo che questo nuovo spumante della Cantina di Valsamoggia si legasse con uno dei simboli più amati dai bolognesi, vale a dire la Basilica di San Luca che si erge sul colle della Guardia”.

Dal corredo aromatico incisivo e insieme delicato, il Pignoletto DOC Spumante Brut “Ricordo di San Luca” ben interpreta il desiderio dei soci della Cantina di Valsamoggia di ottenere un vino di carattere, frutto di un’attenta selezione delle uve provenienti dai vigneti più vocati a disposizione della cooperativa. “Grazie ad un paziente lavoro di studio dei nostri migliori vigneti e di degustazione da parte di enologi ed esperti, abbiamo ottenuto uno Spumante dal sorso appagante e di bella complessità, ma al tempo stesso di facile approccio, destinato sia ad un pubblico di cultori del vitigno e del territorio, sia alle generazioni più giovani” conclude Carlo Piccinini.

Il Pignoletto DOC Spumante Brut Ricordo di San Luca è un Metodo Charmat lungo, ottenuto grazie alla permanenza del vino base per circa un anno sulle sue fecce prima della successiva fase di imbottigliamento. Note agrumate e delicatamente fruttate lasciano spazio al palato ad un finale lievemente amarognolo, che ricorda la mandorla, tipica caratteristica dei vini ottenuti dal vitigno pignoletto.

Maggiori informazioni nella Scheda del vino, puoi acquistarlo nel nostro Shop Online.

Condividi